TeachersLab

Calendario

 

 

CODICE A
Orario: dalle 14:30 alle 16:30

L’ETÀ DEI NUMERI

A cura di: Marco Minozzo, docente di Statistica

Palazzo Giuliari – Biblioteca Vanzetti – via dell’Artigliere 8 – Veronetta

L’era contemporanea è dominata in lungo e in largo dall’analisi di informazioni quantitative costantemente raccolte dai moderni elaboratori elettronici, come del resto da qualsiasi dispositivo informatico. Non tutti i settori della nostra società sono consapevoli di quanto sta accadendo e pochi possono immaginarne le possibili conseguenze. Con questo laboratorio si intende contribuire ad accrescere la consapevolezza sull’era in cui stiamo vivendo, principalmente per mezzo di semplici esempi, aneddoti e paradossi vari contestualizzati in diversi ambiti di interesse.


CODICE B
Orario: dalle 14:30 alle 16:30

LEGGERE TRA LE LINGUE. RIFLESSIONI E PROPOSTE SULLE DIFFICOLTÀ DI LETTURA DEGLI ALUNNI STRANIERI

A cura di: Serena Dal Maso, docente di Didattica delle lingue moderne, Chiara Melloni, docente di Glottologia e linguistica, Maria Vender e Sabrina Piccinin, assegniste di ricerca in Glottologia e Linguistica.

Palazzo Giuliari – sala Barbieri – via dell’Artigliere 8 – Veronetta.

Il laboratorio intende coinvolgere gli insegnanti in una riflessione sui fattori che possono essere all’origine delle difficoltà di lettura e di comprensione del testo da parte di alunni che hanno l’italiano come lingua seconda. Le indagini a nostra disposizione (tra cui i rapporti MIUR e i risultati INVALSI) indicano che, nonostante negli ultimi anni le performance scolastiche degli alunni immigrati di prima e seconda generazione siano sensibilmente migliorate, in questi alunni persistono aree di fragilità nello sviluppo e nell’automatizzazione dei processi di lettura. Queste difficoltà sembrano particolarmente insidiose non solo perché possono compromettere il processo di comprensione dei testi e quindi un accesso completo ai contenuti disciplinari, ma anche perché espongono gli alunni stranieri al rischio di essere erroneamente diagnosticati come DSA.

In questo quadro, il laboratorio presenterà e discuterà i risultati delle ricerche condotte in ambito internazionale sui fattori che incidono sui processi di lettura e comprensione del testo e sui criteri che permettono di identificare correttamente i bambini a sviluppo atipico. Su questa base verranno discusse le implicazioni didattiche per la classe plurilingue in un’ottica di inclusione.

 

CODICE C
Orario: dalle 14:30 alle 16:30

COMMUNICATION STRATEGIES IN THE ENGLISH CLASSROOM: LEARNING TO COMMUNICATE

A cura di: Paola Vettorel, docente di Lingua Inglese

Palazzo Giuliari – Sala Barbieri – via dell’Artigliere 8 – Veronetta.

 

Le strategie di comunicazione, parte integrante della competenza comunicativa, rappresentano un elemento fondamentale per una comunicazione efficace, soprattutto in contesti internazionali dove l’inglese funge da lingua franca. Appare quindi importante includere questo aspetto pragmatico-comunicativo nell’insegnamento della lingua inglese, anche in ottica interculturale.

Durante l’incontro verranno presi in esame spunti di riflessione e attività per un approccio glottodidattico orientato allo sviluppo delle strategie comunicative. Dopo una breve panoramica sui concetti teorici essenziali, verranno presentate esemplificazioni di attività didattiche incentrate sulle strategie di comunicazione, rivolte ad allievi della scuola secondaria di primo e secondo grado. I partecipanti verranno coinvolti nella riflessione e nell’elaborazione di ulteriori idee e attività applicabili al loro contesto. 

Il laboratorio si terrà in lingua inglese.


CODICE D
Orario: dalle 14:30 alle 16:30

CODING ALLA PRIMARIA. IDEE PER IMPARARE IL PENSIERO COMPUTAZIONALE GIOCANDO

A cura di: Isabella Mastroeni e Ugo Solitro, docenti di Informatica

Dipartimento di Informatica – aula M – Cà Vignal 2 – strada Le Grazie 15  – Borgo Roma 

L’informatica è la disciplina scientifica che rende possibile quella tecnologia dell’informazione senza la quale non ci sarebbe l’attuale società digitale. Ma non è solo questo, è una disciplina che allena il ragionamento, la capacità di risolvere problemi e la creatività. In questo workshop si presentano alcuni concetti base della programma zione e alcuni strumenti per insegnare l’informatica (il “coding”) nelle scuole primarie.

 

 

CODICE E
Orario: dalle 14:30 alle 16:30

OLIMPIADI DI PROBLEM SOLVING – INFORMAZIONI PER GLI INSEGNANTI

A cura di: Romeo Rizzi, docente di Ricerca operativa e algoritmi, Alice Raffaele, Elia Carlo Zirondelli, dottorandi

Palazzo Giuliari – Sala Barbieri – via dell’Artigliere 8 – Veronetta

 

Sulla base delle gare di matematica e informatica già presenti nelle scuole medie superiori, il laboratorio/workshop ha l’intenzione di presentare gli scopi e l’organizzazione delle Olimpiadi di Problem Solving per gli studenti delle scuole primarie e delle scuole secondarie di I grado. In particolare, si vorrebbe creare una rete di insegnanti di tali scuole, al fine di sensibilizzare i docenti stessi verso questa tipologia di esercizi e gare, a livello locale delle singole scuole e, potenzialmente, a livello territoriale nella città di Verona.


CODICE F
Orario: dalle 16:40 alle 18:30

Hands on … Mind on! Imparare sperimentando!

A cura di: Pleiadi
Palazzo Giuliari – Sala Barbieri – via dell’Artigliere 8 – Veronetta.

Il mondo di oggi richiede ai nostri ragazzi competenze trasversali e multidisciplinari. In modo particolare, le materie scientifico-tecnologiche ci richiedono non solo la conoscenza dei concetti, ma anche tanta sperimentazione.
Ma come fare sperimentazione? Come pianificare un’attività sperimentale per i nostri studenti? Quali esperimenti scegliere e che approcci possibili?
In questo corso verranno dati strumenti pratici, immediatamente spendibili in classe che vi aiuteranno a costruire il filo logico di attività pratiche dove gli studenti impareranno sperimentando con le mani.

 

 

CODICE G
Orario: dalle 14:30 alle 16:30

L’EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI: UN LABORATORIO IN OCCASIONE DEL TRENTENNALE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

A cura di: Maria Caterina Baruffi, docente di Diritto dell’Unione Europea e Diritto internazionale progredito e Isolde Quadranti, responsabile CDE Centro Documentazione Europea

Palazzo Giuliari – Sala Barbieri – via dell’Artigliere 8 – Veronetta.

 

La Convenzione di New York presuppone una vera e propria rivoluzione sul piano culturale considerando tutte le bambine e i bambini e tutti gli adolescenti del mondo come soggetti di diritto e impegnando le comunità nelle quali i minori sono inseriti a riconoscerne pienamente i diritti e ad adeguare il proprio sistema normativo a tale riconoscimento. Tuttavia, affinché possa essere considerata davvero patrimonio di tutti, è evidente come il cammino da perseguire sia ancora lungo, sul piano del diritto ma anche su quello culturale.

Educare i bambini e gli adolescenti in modo esperienziale e creativo ai diritti umani, lavorare con loro per i diritti umani, è un processo di apprendimento comune e progressivo a cui il laboratorio auspica di poter contribuire offrendo un momento di approfondimento critico e di condivisione.


CODICE H
Orario: dalle 14:30 alle 16:30

SOCIAL NETWORK: UN’OCCASIONE PER LA DIDATTICA?

A cura di: Matteo Cristani

Palazzo Giuliari – biblioteca Vanzetti – via dell’Artigliere 8 – Veronetta.

 

In una analisi multidisciplinare del modo in cui si svolgono le interazioni tra adolescenti, si individuano i social come strumento di trasmissione emozionale. Tuttavia, il veicolo emozionale dei social non viene usato per la memorizzazione dei contenuti in modo attivo, mentre è noto dalla letteratura pedagogica che la principale spinta all’apprendimento è l’associazione emozionale.

In una proposta pratica di organizzazione di tre attività didattiche guidate da laboratori si condivide l’idea di usare la presenza sui social degli adolescenti come strumento. I laboratori proposti sono:

(1) Collaborative problem solving – la soluzione guidata collettiva di un problema di matematica mediante app che risolvono equazioni,

(2) Collective translation. In un gruppo di WhatsApp si affronta collettivamente il problema di tradurre un testo dall’inglese all’italiano,

(3) Distributed biology lab. Mediante microlims (lab information systems) si gestisce un esperimento di laboratorio di biologia.

 

VENERDÌ 20 SETTEMBRE

CODICE I
Orario: dalle 14.30 alle 16.30 

FAMIGLIE, LAVORI, SCUOLA: UNA RIFLESSIONE SUI MUTAMENTI IN ATTO

A cura di: Alessandra Cordiano, docente di Diritto privato, Donata Gottardi, docente di Diritto del lavoro

Palazzo Giuliari – sala Barbieri – via dell’Artigliere 8 – Veronetta.

 

Il laboratorio vuole mettere in luce l’evoluzione dei modelli famigliari e genitoriali e, al contempo, la loro collocazione all’interno di un mercato del lavoro in continua trasformazione. Questi incessanti mutamenti si riflettono inevitabilmente sulle istituzioni scolastiche, imponendo riflessioni, creando disorientamento, sollecitando nuovi pensieri e nuovi interventi.


CODICE L
Orario: dalle 14.30 alle 16:30

GIOCO E FUNZIONI ESECUTIVE

A cura di: Valentina Biino, docente di Gioco e sport in età scolare

Aula Magna e palestra di Scienze Motorie – via Casorati 43 – Borgo Venezia.

 

Quando un bambino gioca, sia la sua attivazione corporea che quella mentale sono importanti. Il bambino possiede una natura fisica, una cognitiva ed una emozionale che interagiscono senza soluzione di continuità.

Nell’approccio che mira unicamente all’apprendimento motorio, l’insegnamento è prevalentemente prescrittivo e mirato all’abilità di modelli specifici di movimento. Nell’approccio ecologico all’apprendimento motorio, invece, l’insegnamento è prevalentemente esplorativo e mirante a promuovere uno sviluppo più ampio delle abilità di movimento attraverso compiti di problem solving. I giochi di movimento hanno l’obiettivo di creare contesti di impegno mentale, tali da stimolare le principali funzioni esecutive ed educare al problem soving.