TeachersLab

 

Calendario

Prenotazione obbligatoria via mail indirizzata a: segreteria@gruppopleiadi.it
Verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

COD. A ORARIO: 16.00/18.00

PHILOSOPHY FOR CHILDREN IN GIOCO. FILOSOFIA A SCUOLA: LE BAMBINE E I BAMBINI (CI) PENSANO

A cura di Silvia Bevilacqua Pierpaolo Casarin, formatori in Philosophy for children
Palazzo Giuliari, biblioteca Vanzetti. Via dell’Artigliere, 8

A partire dalla proiezione del documentario I bambini ci pensano, pubblicato in un dvd allegato al libro Philosophy for children in gioco (edizioni Mimesis), si propone un laboratorio per approfondire le modalità della philosophy for children, cercando di mettere in evidenza le sue articolazioni all’interno delle classi.

Il cortometraggio documenta alcune fasi di un progetto promosso dall’associazione CIAI in due scuole milanesi. Il video rappresenta uno stimolo, un pretesto. L’attività proposta permetterà di gettare luce intorno ai passaggi salienti che caratterizzano la pratica della philosophy for children. Verrà dedicata attenzione al domandare, come elemento propulsivo dell’indagine filosofica, così come al transito dalle domande a quella dell’individuazione del piano di discussione.

Il laboratorio, inoltre, cercherà di approfondire la figura del facilitatore, ovvero di colui che ha il compito di realizzare le attività filosofiche in classe.

 

COD. B ORARIO: 14.30/16.30

SALTI CON ESORDIENTI: SUPERARE, VOLARE E ATTERRARE OLTRE, TRA I 10 E I 12 ANNI

A cura di Valter Durigon, docente di Attività motoria in età evolutiva
Dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento. Borgo Venezia.

Via Casorati, 43. Aula magna

I salti costituiscono una delle tante espressioni della motricità spontanea. Superare, volare e atterrare oltre qualsivoglia ostacolo, apre all’idea di favorire le fasi estensive del salto. Staccare, mantenere una postura corretta, prolungare la fase aerea più possibile e ammortizzare all’arrivo, sono capacità motorie complesse che contraddistinguono i salti dalle altre abilità.
Verranno proposti gli strumenti operativi per garantire:
1) una guida alla rincorsa e allo stacco,
2) una ricerca dell’equilibrio nella fase aerea,
3) alcune metodologie per divertirsi saltando.
Si darà adeguato spazio all’esercizio e alla pratica di azioni ritmiche quali i saltelli con la funicella, con gli elastici, tra i cerchi e piccoli ostacoli. Verranno fornite le disposizioni organizzative per divertirsi saltando attraverso l’esempio dell’utilizzo di attrezzi tradizionali e di fantasia quali: cerchi, scatoloni, funicelle, elastici, tappeti elastici per realizzare pratiche esercitative e di gioco nonchè avanzare proposte di salti complete e variate.

 

COD. C ORARIO: 14.30/16.30

IL FUTURO È BIO. UNA NUOVA VISIONE DELL’AGRICOLTURA E DEL MONDO

A cura di EcorNaturaSì

Palazzo Giuliari, sala Barbieri. Via dell’Artigliere 8

L’agricoltura biologica è un tema che sembra divenuto di moda. Ma scegliere di adottarla significa guardare al futuro con profondità e occhi diversi: con fiducia nella natura, con la consapevolezza che la terra non è nostra e non va maltrattata, ma curata e tutelata. Insegnanti e agricoltori biologici condividono questo sguardo “a lungo termine”, volto a tutelare e far crescere buoni frutti, siano essi quelli della terra o i pensieri degli studenti. Saranno alcuni agricoltori bio veronesi, con le loro storie di innovazione e ricerca in campo agricolo, a raccontare di persona il mondo del biologico e cosa voglia dire

“scegliere la Terra”. Attraverso il laboratorio, apriranno le porte delle loro aziende agricole per far conoscere agli insegnanti la loro esperienza e visione per un futuro migliore e sostenibile.

COD. D ORARIO: 16.00/18.00

OCEANO: IMMENSA FONTE DI ENERGIA RINNOVABILE ED ECOCOMPATIBILE

A cura di Nicolò Gatti e Francesca Fornalè, Gardaland SEA LIFE Aquarium.
Palazzo Giuliari, sala Barbieri. Via dell’Artigliere, 8

La progressiva riduzione delle riserve di combustibile fossile, unita a una crescente attenzione verso la salvaguardia dell’ambiente, ha fatto sì che negli ultimi anni aumentasse l’interesse verso nuove fonti di energia alternative, ecocompatibili e rinnovabili. Tra queste occupano un posto di rilievo gli oceani, che racchiudono grandi quantità di energia presenti in diverse forme e ancora poco sfruttate. Partendo quindi dal concetto di energia e dalla conoscenza delle sue diverse forme e delle relative fonti, si tratteranno i temi della gestione e dello sfruttamento dell’oceano come risorsa sia di cibo sia di energia “pulita”, ossia rinnovabile, derivante dalle correnti, dalle maree, dalle onde e dall’irraggiamento solare.

 

COD. E ORARIO: 16.00/18.00

A SCUOLA DI PATRIMONIO. GIOCHI TRADIZIONALI PER CONOSCERE E VIVERE LA DIVERSITÀ CULTURALE

A cura di Valentina Lapiccirella Zingari, antropologa.
In collaborazione con AGA – Associazione Giochi Antichi

Palazzo Giuliari, biblioteca Vanzetti. Via dell’Artigliere, 8

Che cosa significa patrimonio culturale immateriale? Esiste un diritto alla diversità culturale? Come conoscere, scoprire, rispettare e trasmettere le culture locali nel dialogo con altre culture presenti tra noi nascoste nelle espressioni del quotidiano, dalla lingua al cibo, dalle tradizioni orali al gioco, dagli artigianati ai rituali che strutturano le nostre vite? Come lavorare con le Convenzioni UNESCO a scuola, facendo entrare i ragazzi nel cantiere planetario del patrimonio? Come fare emergere il valore sociale e la ricchezza culturale racchiusa in un gioco tradizionale? Quale il programma della Dichiarazione di Verona, proposta durante il Tocatì 2015 dall’Associazione Europea Giochi e Sport tradizionali? Dopo un’introduzione generale, verranno proposti concreti strumenti di lavoro partendo dalla condivisione di un filmato che accompagna la candidatura di un gioco tradizionale nelle liste del patrimonio culturale immateriale.

 

COD. F ORARIO: 14.30/16.30

MONTESSORI E LA PREPARAZIONE DELL’AMBIENTE: NUOVI SETTING PER L’AULA

A cura di Paola Collina, formatrice pedagogica montessoriana e docente universitaria alla Scuola di specialità montessoriana di Bologna.
Palazzo Giuliari, sala Barbieri. Via dell’Artigliere, 8

Attraverso l’azione pratica che un laboratorio permette di costruire, si intende restituire senso all’educazione che pone al centro i bambini e i loro diversi bisogni e diritti. Il pensiero Montessori si fonda sulla libertà di scelta e di movimento del bambino che, se ascoltato e posto in adeguati confini, sarà in grado di far emergere tutto il suo incredibile potenziale. “Il nostro metodo di educazione del bambino è caratterizzato appunto dall’importanza centrale che in esso si dà all’ambiente” (Montessori). L’ambiente giusto per un bambino dipende dalla sua età. Alcune caratteristiche devono però essere presenti sempre: la bellezza e l’ordine e la varietà delle proposte, fonti di sicurezza e aiuto per l’orientamento. Lo spazio dell’aula dev’essere bello e a misura di bambino, con materiali interessanti e proposte intelligenti e pensate con cura, facilmente fruibile per consentire libertà di movimento e di scelta. E l’ambiente diventa per il bambino un maestro silenzioso. L’obiettivo è quello di portare alla luce gli elementi più significativi del Metodo Montessori preparando materialmente il setting dell’aula di lavoro a scuola, perché adulti e bambini possano condividere tempi più lenti e spazi più idonei che alimentino lo slancio vitale dell’apprendimento per scoperta attraverso il gioco ed i laboratori a piccolo gruppo.

 

COD. G ORARIO: 16.30/18.30

GAMESTORMING & CARTOON

A cura di Luca Guarnieri, Responsabile Liaison Office, Università di Verona.

Palazzo Giuliari, biblioteca Vanzetti. Via dell’Artigliere, 8

Quali sono i giochi in scatola, su tablet o smartphone che sviluppano nei bambini il senso di creatività, innovazione e del business in generale? Esistono dei cartoni animati e film per ragazzi che parlano di attività imprenditoriali o presentano i lavori del futuro? Le pubblicità che vediamo in TV possono essere un utile strumento per far capire cosa significa fare impresa? Con questo laboratorio si intende promuovere l’uso in classe di giochi in scatola (non convenzionali come Monopoli ecc.), oltre che le app più interessanti che possono incoraggiare la classica domanda: Cosa farò da grande? Tale scopo potrà essere raggiunto anche con la visione dei trailer dei principali cartoni animati e film che hanno trattato le tematiche relative a: innovazione e creatività, problem setting – problem solving, la forza del team, sbagliando si impara. Infine con gli spot televisivi si risponderà alle domande: conviene sempre innovare? Come comunico la mia idea? Qual è il mercato di riferimento?

COD. H  ORARIO: 16.30/19.00

FORMARE LETTORI APPASSIONATI E CRITICI. ALCUNE PROPOSTE OPERATIVE E RISULTATI DI RICERCA SUL CAMPO

A cura di Silvia Blezza Picherle, docente di Letteratura per l’infanzia e Pedagogia della lettura.

Palazzo Giuliari, biblioteca Vanzetti. Via dell’Artigliere, 8

Durante il laboratorio, proposto in forma dialogica e con proiezione di slide ed eventuale materiale audiovisuale, si presenteranno alcune metodologie di promozione della lettura attuate da molti anni nelle scuole del Veneto e di altre regioni d’Italia. Verranno anche portati risultati (stralci di conversazione e frasi di bambini) a dimostrazione dei risultati raggiunti.

 

COD. I   ORARIO: 17.00/19.00

LA SCIENZA CHE CI STA DIETRO… DIDATTICA INTERATTIVA IN AULA: COMUNICARE, SPIEGARE, SPERIMENTARE

A cura di Lucio Biondaro e Alessio Scaboro, Pleiadi Science farmer.
Palazzo Giuliari, sala Barbieri. Via dell’Artigliere, 8

In una società dove la digitalizzazione e la tecnologia sono in un continuo avanzamento, la comunicazione è fondamentale e la scienza non si sottrae a questo imperativo categorico. Ma condividere il sapere scientifico in modo efficace è meno semplice di quel che sembra.

Durante la lezione verranno impartite le basi teoriche della comunicazione scientifica, mostrando che vi sono varie modalità di espressione, evidenziandone le caratteristiche tecniche.

Pleiadi porrà l’attenzione sulla tematica del “learning by doing”, con l’obbiettivo di aggiornare sulle metodologie didattiche, innovative ed interattive. Proporrà attività di laboratorio da sperimentare in aula, al fine di rendere le lezioni di scienze più dinamiche e incentivare l’interesse da parte degli alunni.

 

COD. L ORARIO: 15.30/17.30

VIVA ARTE VIVA – EDUCARE ALL’UMANESIMO

A cura di: staff Educational de La Biennale di Venezia
Ex Palazzo di Economia.
Via dell’Artigliere 19, Aula Offeddu

Il laboratorio si scandisce in una introduzione ai temi della “57. Esposizione Internazionale d’Arte” de La Biennale di Venezia, VIVA ARTE VIVA, a cura di Christine Macel (13 maggio-26 novembre) e in una presentazione dei progetti dal massimo potenziale educativo e formativo.

Sulla base di una serie di immagini e presentazioni, gli insegnanti potranno partecipare a un workshop sulla valenza filosofica, scientifica, poetica, storica, politica e sociale di una selezione di progetti, e riflettere sulle modalità più adatte alla loro presentazione per gli studenti dei diversi gradi scolastici.

 

COD. M ORARIO: 17.00/19.00

LA DIDATTICA ATTIVA PER ORIENTARE E PREVENIRE LA DISPERSIONE SCOLASTICA. APPUNTI DI UN’ESPERIENZA: IL PROGETTO “DISEGNARE IL FUTURO”

A cura di Irene Grossi, Susanna ZagoMonica Dal Moro e Fondazione San Zeno

Palazzo Giuliari, sala Barbieri. Via dell’Artigliere, 8

L’innovazione didattica: la didattica attiva con laboratori all’interno del curriculo per lo sviluppo delle competenze europee, finalizzata ad orientare e a prevenire la dispersione scolastica nel ciclo obbligatorio dell’istruzione. Il progetto “Disegnare il futuro” (realizzato da una rete di Istituti comprensivi di Verona e promosso da Fondazione San Zeno) si interroga su come interfacciarsi con le risorse umane del territorio, su come superare la didattica frontale valorizzando le capacità dei docenti e su come far sperimentare agli alunni percorsi di senso interdisciplinari realizzati per mezzo di laboratori didattici che esplorano il fare per rafforzare la conoscenza e le proprie attitudini.